Cos’è l’email marketing

email marketing

L’email marketing è uno strumento di marketing che consiste nell’invio di mail a clienti (o clienti potenziali); è un metodo molto efficiente ed economico che consente di raggiungere i clienti ovunque, anche grazie all’utilizzo sempre più crescente del mobile.

Questa tecnica di marketing ha quindi molti vantaggi ma deve essere gestita con consapevolezza per non portare dei risultati che vadano a ledere l’immagine aziendale. Ad esempio è molto importante saper progettare un piano di mail marketing, sapere cosa si vuole comunicare al cliente e soprattutto non esagerare.

L’invio di mail, ad esempio, per pubblicizzare la propria attività deve essere implementata nei periodi giusti dell’anno, non deve essere troppo ripetitiva nel tempo e non deve essere mai lasciata al caso.

Quando si intraprendono azioni di questo tipo con una durata medio-lunga è consigliabile affidarsi a software di analisi dei risultati che permettono di analizzare con precisione i dati ottenuti dopo l’invio di mail: chi l’ha aperta, da dove, a che ora, chi ha cliccato su eventuali link presenti, quanto tempo sono stati sulla nostra mail e così via.

Fondamentale è anche concentrarsi sul numero di persone che hanno eliminato il proprio indirizzo mail dalla nostra lista, perché ciò vuol dire che si è incorsi in un errore di comunicazione (probabilmente il numero delle mail inviate è stato eccessivo, o l’indirizzo non è interessato alle nostre proposte). Un ultimo consiglio è quindi quello di avere anche pochi indirizzi, ma buoni; la quantità in questi casi è superflua, la qualità no 7gctjsc.

 

Perché è importante il SEO

seo

S.E.O. sta per Search Engine Optimization ovvero ottimizzazione per i motori di ricerca ma viene utilizzato anche per descrivere la figura professionale di riferimento ovvero Search Engine Optimizator. I motori di ricerca hanno infatti individuato degli algoritmi (che aggiornano costantemente) i quali consentono di analizzare i siti e determinare l’ordine dei risultati.
Lo scopo di questa professione è scrivere un sito nel modo migliore per poterlo mostrare più in alto nei motori di ricerca.

Oggi la ricerca di informazioni è l’azione predominante sul web per questo è molto importante fare del SEO per il proprio sito; più il nostro indirizzo web sarà in alto, più sarà ritenuto affidabile dall’utente e quindi saranno molte le visite che riceverà.

Il SEO dovrà dedicarsi con costanza allo studio dei motori di ricerca e alla loro evoluzione; basta infatti una modifica dell’ algoritmo e l’ordine dei risultati cambia in maniera notevole.
Un SEO inesperto può penalizzare il sito, questo perché i motori di ricerca ‘premiano’ soltanto quei siti con contenuti realmente utili per gli utenti e invece
non apprezzano i siti che non hanno nulla da dare al visitatore.

Un SEO può utilizzare innumerevoli parole chiave per posizionare il sito in alto nella pagina dei risultati ma bisogna far attenzione a non utilizzare ‘keywords‘ che non hanno un collegamento con ciò che l’utente sta cercando. Per questo si devono valutare con attenzione quali sono le parole chiave più ricercate all’interno del settore, quali possono far attivare delle porzioni ristrette di mercato e quali sono le più competitive.

Cos’è il Social Media Marketing

social media

Con Social Media Marketing (SMM) si intende un’attività “che si occupa di generare visibilità su social media, comunità virtuali e aggregatori 2.0” e “racchiude una serie di pratiche che vanno dalla gestione dei rapporti online (PR 2.0) all’ottimizzazione delle pagine web fatta per i social media (SMO, Social Media Optimization)“. (Fonte: Wikipedia).

Molte imprese fanno l’errore di attivare pagine aziendali su più social media contemporaneamente non curandosi di quale mezzo possa essere in realtà efficace per il proprio tipo di business. Il consiglio che possiamo dare è di iniziare con due social media, che siano di reale beneficio per l’azienda, e se poi dovesse essere necessario, allargarsi su altri canali.

Se viene fatto diversamente, molti social media contemporaneamente non potranno essere gestiti e venendo trascurati comunicheranno un’immagine sbagliata dell’azienda. Se si ci impegna nella gestione dei social network bisogna essere costanti; anche se per pochi minuti al giorno è importante accedere ai canali social dell’azienda per gestire il dialogo con i clienti. Questo da vantaggio competitivo all’azienda e permette di acquisire clienti e soprattutto di non trascurarli price of tamiflu.

Perché scrivere da sé il proprio sito web

scrivere sito

E’ spesso consigliato al proprietario dell’azienda, di occuparsi egli stesso della scrittura del sito web per ovvi motivi.

Infatti schede come ‘biografia’ , ‘mission’ e così via necessitano di una comunicazione emotiva che può venire esclusivamente da chi ha fondato l’azienda e ci vive quotidianamente e che ne conosce pregi e difetti; queste caratteristiche fanno si che la comunicazione sia più empatica, vera e che riesca a far immedesimare il cliente all’interno della realtà aziendale.

Per le schede più tecniche, invece, come ‘prodotti’ o ‘servizi’ ci si può rivolgere agli specialisti dell’argomento che con la giusta terminologia, la giusta descrizione dei prodotti daranno all’azienda un vantaggio competitivo da non trascurare.

Il sito dovrà poi essere sempre curato e aggiornato in modo da avere una corrispondenza concreta con la realtà quotidiana dell’azienda e non apparire trascurato per ottenere l’effetto contrario.

Nessuno può conoscere meglio di te la tua azienda!

Pubblicità e crisi

crisi

Nelle situazioni di crisi, come quella che stiamo vivendo, all’interno delle aziende le prime spese che vengono tagliate sono quelle della comunicazione senza pensare che la pubblicità (e quindi la visibilità) è proprio una delle armi migliori per allontanare la crisi.

Quando parliamo di spesa pubblicitaria dovremmo in realtà parlare di investimento. Tagliare gli investimenti in comunicazione porterà inevitabilmente ad un forte calo della domanda e di conseguenza ad una crisi più profonda. La giusta soluzione è quella di investire meglio, non tagliare la spesa pubblicitaria e continuare a farsi notare quando le altre aziende smetteranno di farlo, in modo da ottenere un gran vantaggio competitivo oltre ad una grande visibilità che ripagherà delle spese sostenute per la comunicazione.

Real time marketing

real time marketing

Il dialogo online tra aziende e clienti oggi è sempre più diffuso e interattivo. I social network hanno sicuramente contribuito a questo processo, dando alle aziende la possibilità di comunicare in maniera più veloce, economica e diretta con il proprio pubblico di riferimento; ma i social media non sono stati i soli, infatti, l’evoluzione si è avuta anche dall’altro lato con la esponenziale diffusione del mobile e che ha portato le persone ad essere sempre online.

In questo contesto si sviluppano nuovi strumenti di marketing: uno di questi è il real time marketing.

Il real time marketing definisce l’insieme delle azioni di marketing messe in atto dalle aziende per rispondere in tempo reale a eventi che stanno accadendo in modo da sfruttarne la popolarità e il temporaneo interesse con l’obiettivo di ottenere più visibilità.

Il real time marketing in alcuni casi può essere pianificato creando in anticipo il messaggio e pubblicarlo solo ad evento avvenuto, ma non sempre è così. Più difficile è, infatti, quando l’evento è imprevisto e quindi c’è necessità di maggiore creatività, velocità e degli strumenti necessari per la creazione di un post che sia davvero coinvolgente e indovinato, pena peggiorare l’immagine aziendale.

Quale dominio scegliere per il proprio sito

dominio web

Per scegliere un dominio è importante sapere come si vogliono organizzare le versioni del sito in altre lingue. Per un sito internet aziendale, è consigliabile scegliere un dominio unico e realizzare le varie versioni in lingua all’interno di cartelle (www.esempio.com/en-us, www.esempio.com/de-de). Questo rende più facile la ricerca in quanto il dominio è univoco e rende il sito più ricco di contenuti.

Alcuni suggerimenti:

Per far si che il nome dominio sia riconoscibile è fondamentale che sia presente il nome dell’azienda; questo rende anche più chiaro fin da subito al visitatore dove sta entrando.

Il dominio deve avere una o più parole chiave che facciano capire l’ambito del quale tratta il sito; questo consentirà anche un migliore posizionamento sui motori di ricerca.

Allo stesso tempo, però, il dominio deve essere breve e facilmente memorizzabile da parte dei clienti.

Perché non copiare contenuti online

copia e incolla

I contenuti duplicati sono delle porzioni di testo che vengono trascritte in maniera identica o molto simile fra più pagine dello stesso sito o in siti diversi per migliorare il posizionamento del proprio sito su i motori di ricerca. Se il fatto non è eccessivamente grave, Google andrà ad indicizzare una sola delle pagine ritenute simili. Qualora Google ritenesse che la duplicazione dei contenuti sia stata fatta con scopi ingannevoli potrebbe peggiorare il posizionamento del sito o eliminarlo dai risultati. Avere due o più siti aziendali con contenuti simili quindi porta con se un rischio di penalizzazione che può vanificare il lavoro fatto.

I consigli quindi da seguire sono:

Organizzare con attenzione i contenuti del sito, anche unendo fra loro più pagine simili;

Scrivere testi originali non copiando da altre fonti;

Evita la ripetizione del testo standard, preferisci invece l’utilizzo di link che riporti a una pagina con maggiori dettagli.

 

Perché è importante avere un sito responsive

sito web responsive

Un sito web responsive è un sito internet dove la struttura, con immagini e testi, si adatta automaticamente alla larghezza della finestra del browser dell’utente utilizzatore. Con questo tipo di tecnologia quando un utente apre il sito dal suo computer, lo vedrà in tutta la sua estensione, ma se le dimensioni della finestra diminuiscono, ad esempio con un computer portatile, un tablet od uno smartphone, la struttura del sito si modifica automaticamente andando ad adattarsi alla finestra e rendendolo fruibile senza bisogno di ingrandire, rimpicciolire e spostarsi sullo schermo.

Ormai anche in Italia il numero di fruitori di internet attraverso mobile ha superato quelli attraverso computer; più della metà degli utenti che visitano un sito non ottimizzato per dispositivi mobili lo abbandonano subito andando probabilmente verso i siti della concorrenza. Non avere quindi un sito responsive rischia di farci perdere più del 50% di potenziali clienti.

Il vantaggio dei siti responsive è che non dipendono dal tipo di dispositivo ma dipendono dalla larghezza della finestra e si adatteranno quindi a qualsiasi dispositivo non ancora diffuso (ad esempio AppleWatch o Google Glass).

Come creare e gestire pagine aziendali su Instagram

Buone Feste